Fideiussione assicurativa sull'affitto, come funziona?

Fideiussione assicurativa sull'affitto, come funziona?

Parliamo di fideiussione assicurativa sull’affitto: come funziona? Questo metodo è utile per proteggere la propria posizione di proprietario o inquilino, rispetto agli accordi presi con il contratto di locazione. 

La fideiussione assicurativa, così chiamata quando la polizza viene stipulata con una compagnia di assicurazione, è un contratto tra tre soggetti, con il quale l’agenzia assicurativa stessa si fa carico dell’impegno preso dal contraente verso il beneficiario. 

In questo caso, per mezzo della polizza fideiussoria assicurativa sull’affitto, il locatore può essere sicuro di ricevere i canoni previsti per legge dal contratto di locazione stipulato. La compagnia assicurativa si fa infatti garante dell’adempimento nel caso in cui il conduttore non riesca a rispettare il pagamento della scadenza.

I soggetti del contratto della polizza assicurativa fideiussoria sull’affitto sono il beneficiario, il contraente e il fideiussore. Quest’ultimo, in questo caso l’agenzia di assicurazione, stabilisce delle specifiche in merito alla polizza da sottoscrivere:

  • il massimale garantito al beneficiario nel caso in cui il contraente risulti inadempiente;
  • la durata del contratto di fideiussione;
  • il premio della fideiussione e di eventuali rate successive per il rinnovo.

Il primo vantaggio di appoggiarsi a una compagnia assicurativa per stipulare una polizza di fideiussione sull’affitto, è dovuto principalmente al fatto che l’unica spesa da investire è il premio stesso dell’assicurazione. Mentre una banca, altro ente abilitato a effettuare fideiussioni, potrebbe richiedere congelamento dei beni o somme di denaro come garanzia.

Il secondo motivo è dettato dalla maggiore velocità con la quale ci si può avvalere di questo servizio. Inoltre, se il tutto viene gestito tramite la propria agenzia immobiliare, ecco che l’iter burocratico può essere ancor più snello e rapido

La fideiussione assicurativa sull’affitto è soltanto una delle tante tipologie di polizza assicurativa che si possono stipulare tra privati. Ma sono utilizzate anche in altri ambiti e per diversi generi di richieste.

Come richiederla

La fideiussione assicurativa sull’affitto è facile da richiedere soprattutto se il proprietario di un immobile in affitto è seguito da un’agenzia immobiliare. Questo perché, i professionisti che si occupano di contrattualistica e di locazioni, conoscono perfettamente queste particolari esigenze e hanno già le soluzioni a portata di cliente. 

Le dinamiche dei contratti e dei problemi che possono sorgere tra proprietario e inquilino sono molteplici. Di fronte a difficoltà di riscossione dei canoni d’affitto o morosità del conduttore rispetto al contratto d’affitto, le agenzie immobiliari, come la nostra, si premurano di avvertire le parti che è bene salvaguardare la propria posizione e trovare soluzioni come stipulare la polizza fideiussoria assicurativa. 

In generale è possibile richiederla, affidandosi  quindi alla propria agenzia immobiliare, che ha contatti sicuri e convenzioni convenienti, parlando direttamente con una compagnia assicurativa o tramite la banca di fiducia.

Nel nostro caso, capiremo in che modo si agisce, nel caso sia l’agenzia immobiliare ad occuparsi della burocrazia relativa al contratto di polizza assicurativa fideiussoria. Innanzitutto è bene distinguere le tre parti facenti parte il contratto di fideiussione sull’affitto:

  • beneficiario, in questo caso è il proprietario dell’immobile messo in affitto, al quale spetta la copertura assicurativa in caso di inadempimento del contraente;
  • contraente, che risponde alla figura del conduttore del contratto d’affitto o dell’inquilino, il quale paga il premio della polizza stipulata tra le parti. É la figura che può effettivamente scegliere l’istituto con il quale stipulare la fideiussione assicurativa;
  • fideiussore, che in questo caso è la compagnia assicurativa, che può essere consigliata dall’agenzia immobiliare. Il quale si prenderà carico di indennizzare il beneficiario, in caso di inadempienza del contraente.

Determinate le figure che rientrano nel contratto a tre, si compilano i documenti necessari, indicano i dati personali e aggiungendo, a seconda delle richieste della compagnia, delle documentazioni atte ad avvalorare la solidità del contraente.

Documenti da produrre per la fideiussione assicurativa

Vediamo infatti qui di seguito, quali sono i documenti da produrre per la fideiussione assicurativa sull’affitto. La compagnia d’assicurazione ha necessità di fare una valutazione di rischio e di capire l’affidabilità del contraente.
Per questo motivo, richiede una serie di documenti necessari per poter ottenere la fideiussione assicurativa. Essendo la polizza stipulata per garantire una fideiussione su un contratto di locazione con immobile destinato a un privato, ecco quali sono le documentazioni richieste a un soggetto, identificato come persona fisica:

  • documento di identità;
  • codice fiscale;
  • ultime buste paga (non obbligatoriamente);
  • documento di reddito (CUD o modello 730 o modello unico);
  • contratto d’affitto stipulato con tutte le informazioni e clausole stabilite.

Per mezzo della sopra indicata documentazione, l’ente assicurativo riterrà idoneo o meno il soggetto a poter stipulare una polizza assicurativa fideiussoria sull’affitto. 

Quanto costa?

Come abbiamo già anticipato, una fideiussione assicurativa sull’affitto, eseguita tramite una compagnia di assicurazione, costa meno rispetto a quella stipulata con la banca. 

Per capire meglio quanto costa, può essere utile fare un elenco dei termini che condizionato l'importo dell'investimento previsto dalla polizza:

  • tipologia di garanzia sull’affitto;
  • massimale della copertura;
  • durata del contratto della fideiussione;
  • rate successive di rinnovo;
  • valutazione del rischio;
  • quota fissa per la polizza;
  • tasso da applicare in base a quanto sopra.

La compagnia assicurativa non chiede, a dispetto delle banche, il congelamento dei beni, quote da pagare a garanzia o altro. 

Affidati alla tua agenzia immobiliare per valutare gli enti assicurativi più affidabili e richiedi tutte le informazioni necessarie per capire come funziona la fideiussione assicurativa sull’affitto. Che tu sia proprietario o inquilino, può essere utile e conveniente  per entrambi conoscere questa possibilità. In questo modo non si perdono canoni d’affitto e non si rischia di diventare morosi e perseguibili per legge.


Contattaci

RICHIEDI INFORMAZIONI (tutti i campi sono obbligatori)