Requisiti essenziali per affittare appartamento

Requisiti essenziali per affittare l'appartamento

Se si vuole mettere a disposizione il proprio immobile ad un inquilino, è necessario sapere quali sono i requisiti essenziali per affittare l’appartamento. Non basta avere una casa della quale disporre per poterla automaticamente affittare. Infatti in questo articolo spiegheremo quali sono le 3 cose principali che permetteranno di affittare il proprio appartamento in modo più veloce, comodo e sicuro.

Per poter affittare appartamento o casa ad uso abitazione, basta disporre di alcuni requisiti minimi che mettano in condizione l’immobile di essere affittato senza grandi problemi.

Uno tra i requisiti importanti per andare sul sicuro e affittare in tempi brevi l’appartamento è sicuramente la zona della città nella quale è ubicato. Altro punto a favore è sapere se l’appartamento è in buono stato e, al contempo, se è facile la sua manutenzione. È obbligatorio e necessario verificare che gli impianti della casa siano a norma, per un utilizzo sicuro e duraturo.

1. Quartiere

Il quartiere nel quale è ubicato l’appartamento, potrebbe garantire determinate tipologie di affitto e di inquilini. Di conseguenza, in base alle caratteristiche della zona in cui si trova il l’immobile, si potrebbe proporre e studiare l’affitto su misura rivolto solo a un determinato tipo di persone, evitando di allargare la ricerca su altri ambiti che potrebbero non essere favorevoli. Se l’appartamento si trova in quartieri universitari, sarà comodo e facile poter cedere in locazione la casa perlopiù agli studenti. Tra l’altro con la possibilità di avere delle agevolazioni fiscali sulle aliquote irpef sulle tasse da pagare in caso di regime a cedolare secca.

Una zona residenziale, ben servita da mezzi pubblici, pressoché centrale rispetto al paese, potrebbe invece essere di interesse a famiglie che cercano la praticità e la comodità del centro città.

Quartieri più tranquilli e più decentrati, potrebbero essere tra i requisiti ricercati da persone che non amano particolarmente la frenesia ma vogliono comunque stare nelle vicinanze della cittadina per motivi di lavoro o altre esigenze personali.

Nel caso in cui si abbia una seconda casa da mettere in affitto che si trova in città turistiche, di mare montagna frequentate e conosciute, è conveniente rivolgere la propria ricerca verso persone che vogliono appartamenti comodi per brevi periodi di tempo.

Nel caso in cui invece il quartiere dell’immobile sia considerato ad alta densità abitativa,o nella zona stessa ci siano poche soluzioni abitative, la soluzione è sottoscrivere dei contratti di locazione a canone concordato. I quali hanno delle agevolazioni sulla tassazione da pagare.

Come si può ben valutare, l’ubicazione dell’appartamento da affittare è il primo requisito essenziale che abbiamo indicato perché è quello che determina il contesto e definisce il tipo di inquilino più adatto.

2. Mantenimento

Per mantenimento, intendiamo tutto ciò che è necessario fare o mantenere, in modo che un appartamento sia presentabile per essere affittato. Innanzitutto lo stile e l’età dell’immobile caratterizzano l’appartamento in modo diverso, offrendo dei requisiti diversi e variabili anche a seconda del suo aspetto.

Un appartamento dallo stile contemporaneo potrebbe essere più facile da affittare rispetto ad uno più datato. La differenza sta nel mantenere in buono stato l’immobile, qualsiasi sia il suo stile. Potrebbe essere utile verificare se ci sono dei piccoli lavori di miglioria da effettuare prima di mettere in affitto l’appartamento.

Spesso non basta una casa spaziosa per attirare l’attenzione di un inquilino, ma probabilmente degli infissi manutentati a regola d’arte, migliorano l’efficienza dell’appartamento. Rappresentano un dettaglio che viene preso in considerazione più facilmente, infatti i rumori, gli spifferi d’aria non sono di certo un punto a favore per dei requisiti idonei ad affittare un appartamento.

Lo stato di salute dell’immobile è importante: vecchio o nuovo che sia, se ha dei requisiti tali da rispondere ad una buona efficienza energetica, è assodato ci sia un vantaggio rispetto ad altre soluzioni abitative.

Se si sta affittando un appartamento vuoto, di certo non si presentano gli stessi oneri di chi affitta un appartamento arredato. Ma se siamo nel secondo caso, è necessario che gli accessori e i mobili che arredano le stanze, siano funzionanti, funzionali e in buono stato.

3. Impianti a norma e certificazioni

Risulta chiaro che un requisito essenziale per affittare un appartamento, sia che l’immobile stesso abbia tutti gli impianti e le installazioni a norma di legge. Inoltre il proprietario deve essere munito delle certificazioni adeguate che definiscono e garantiscono lo stato degli impianti e la qualificazione energetica dell’immobile.

Vediamo perciò un breve ma necessario sunto della lista degli aspetti obbligatori che rientrano nei requisiti essenziali per poter affittare l’appartamento:

  • tutti gli impianti devono essere testati e a norma di legge;
  • gli elettrodomestici, se presenti nell’appartamento, devono essere funzionanti;
  • è necessaria la certificazione APE sulla prestazione energetica dell’immobile.

È doveroso che tutto debba essere a posto per poter fruire senza problemi di un locale. Ma di certo avere impianti, installazioni e elettrodomestici oltreché funzionanti anche energeticamente efficienti, garantisce e permette di ottenere una classe energetica maggiore di tutto l’immobile. Questa incide sulla qualità dell’appartamento e di conseguenza anche sul canone dell’affitto, che potrebbe essere superiore.

Per tali motivi potrebbe essere necessario avviare delle manutenzioni per migliorare lo stato di impianti vecchi, che hanno bisogno di essere aggiornati con sistemi più efficaci ed efficienti. Applicare piccole migliorie che garantiscano e facciano raggiungere un livello adeguato all’appartamento, in modo da renderlo più dinamico possibile. Lo stato di qualità e qualificazione energetica di un immobile è un aspetto oramai di massima importanza. Può essere utile sapere che ci sono molte agevolazioni fiscali per chi decide di attuare modifiche di un certo tipo su impianti e installazioni. È un investimento sostenibile che garantisce risultati sia al proprietario, all’appartamento che ai futuri inquilini. Che infatti sono spesso incentivati a scegliere un immobile che risponde a determinate caratteristiche favorevoli ad un risparmio energetico e ad un minor consumo.

Molto importante e fondamentale come ulteriore requisito, necessario per poter affittare un appartamento, è che sull’immobile non gravino ipoteche, pignoramenti o cartelle di pagamento per Equitalia.